Blog Musica

COME SCRIVERE UN BUON VIDEO

Attraverso il video musicale un’etichetta discografica si fa un’idea su di voi senza neppure conoscervi.
Cercate, quindi, di essere quanto più professionali possiate.
Innanzitutto il video deve avere un senso: perciò deve esistere, prima del video, una sceneggiatura: un documento sul quale è scritto il tipo di scene che si devono girare cosicché vi sia un filo logico tra la musica e il video.
Certo, nessuno vi impedisce di fare un video in cui per tutto il tempo l’inquadratura va su di voi che cantate seduti su un muretto, ma se volete emergere, iniziate a pensare ad una trama.
Mediamente, chi guarda un video si fa un idea generale del prodotto nei primi 15-20 secondi di visione, ciò non vuol dire che nei primi 20 secondi di video dovete fare l’impossibile, semplicemente dovete dare a chi guarda il vostro video una buona motivazione per arrivare fino alla fine.


E’ logico che la qualità video influisce molto sull’aspetto professionale, oggi come oggi nessuno gira più video in 360p, ma anche il modo in cui viene girato il video, l’inquadratura, il modo in cui vi ponete davanti una telecamera: tutto parla di voi come artisti.
Evitate troppi effetti inutili, è meglio un video di dieci minuti senza effetti che uno di due secondi dove l’occhio di chi guarda viene disturbato da troppi effetti inutili.


Cercate poi, come anticipato prima, di dare una coerenza tra il significato del video e della musica, in modo tale che chi lo guarda possa percepire il video come un approfondimento o un’espansione della canzone in questione.
Il video è un arte a sé stante, richiede perciò un lavoro indipendente e preciso tanto quanto una canzone.
Dedicategli tutto il tempo che gli serve, poiché come ogni buon prodotto richiede del tempo.
Voi come scrivete i vostri video?

Attiva le notifiche    OK No grazie