0371musicpress Interviste

Donno – Dei e Malanni

Milano, 21 giugno 2021 – Donno presenta il nuovo singolo “Dei e Malanni”, il terzo da solista, che sarà anche le title track dell’album di debutto.

“Dei e Malanni” è per certi versi una sintesi efficace tra l’incalzante rock del precedente
“Altri Vizi” e le appassionate melodie del debutto di “Incondizionatamente”
,

che faranno parte del disco in arrivo. Disco di cui “Dei e Malanni” è a tutti gli effetti il nucleo e il
riassunto ideale: il brano parla del dualismo attraverso il quale il mondo occidentale è
abituato a ragionare, e di quanto sia fondamentale recuperare la connessione con la
nostra terra che invita ad abbandonarci a un ballo di cui noi siamo gli stessi artefici
della coreografia, a sentirci completi pur essendo totalmente nudi, e dell’accettazione
della morte quale inevitabile lato opposto della stessa medaglia.
Donno racconta: «Ogni cosa che ci accade nella vita, che sia apparentemente bella
o brutta, può essere sia un dio sia un malanno: un’occasione di crescita, cambiamento
e miglioramento della propria esistenza o un male che ci fa morire metaforicamente e
concretamente. Tutto dipende da noi e, al di là del fatto di esserne consapevoli o
meno, è tutto nella nostre mani: “sono dei i malanni tuoi o avvoltoi se è questo cio che
vuoi”. Il brano è un invito a trasformare le proprie disgrazie in qualcosa di addirittura
divino e propedeutico alla propria guarigione, un monito a non farsi mangiare dagli
avvoltoi sempre pronti a banchettare ogni volta che ci fermiamo.»
Alla continua ricerca di un’evoluzione musicale e personale, Nicolas Donno scrive testi
che sembrano quasi diventare dei veri e propri sermoni rock, realizzando canzoni che,
pur senza la presunzione di voler essere degli inni pop, hanno la certezza di arrivare
dritti al punto.

Nicolas Donno nasce a Luino sulle sponde del Lago Maggiore, e vive a Milano.

BIOGRAFIA

Comincia a cantare e a suonare la chitarra in diverse band, e nel 2009 fonda il suo primo progetto di inediti, A Million
Ways, dalle influenze posthardcore/metalcore. La band registra il suo primo EP e suona dal vivo in Italia
ed Europa dell’Est. Nel 2012 Donno fonda un’altra band, The Gap, con la quale cambia sonorità e si
orienta verso il punkhardcore e il rock. Anche questa volta pubblica un EP e porta la sua musica dal vivo.
Dopo queste due esperienze, durante le quali canta in lingua inglese, Donno forma la band Il Distacco, si
approccia a un genere più alternative rock – grunge e inizia a cantare in italiano.
Nel 2015 pubblica l’album “I 17 Lati” e ricomincia a esibirsi dal vivo in giro per l’Italia.
Contemporaneamente si avvicina allo studio di naturopatia e scienze olistiche. Nel 2018 Donno decide di
iniziare la carriera solista, accompagnato in un percorso personale e di produzione musicale da Sergio
Quagliarella. Le sue influenze sono molteplici: fra tutte spiccano Sting, Jeff Buckley, Chris Cornell, Bring
Me The Horizon e gli italiani Marlene Kuntz. La passione per la prepotenza sonora del metal da una parte
e lo studio delle medicine tradizionali antiche dall’altra sono le due colonne portanti, sebbene
apparentemente in forte contrasto, del suo stile musicale e della sua visione del mondo.

Segui e ascolta:
Attiva le notifiche    OK No grazie